Olio di semi di melograno: riduce l'aumento di peso

Il Melograno, Punica granatum, è un arbusto appartenente alla famiglia delle Punicaceae originario del Nord Africa e del Caucaso, con portamento cespuglioso, che può raggiungere i 4 metri di altezza. La droga è costituita dai semi dei frutti, dai quali si ricava un succo ricco di antiossidanti.

Questi sono utili nella prevenzione delle degenerazioni dell'apparato cardiovascolare, contro i radicali liberi e l'ossidazione del colesterolo.

 

Ma quali sono gli effetti protettivi dell’olio di semi di melograno

Alcuni studi indicano che il consumo di melograno o del suo succo produce effetti cardiovascolari favorevoli quali la riduzione dell\'ispessimento medio-intimale carotideo, della pressione arteriosa e dell’ossidabilità delle LDL. Più recentemente sono stati riportati effetti protettivi sul carcinoma prostatico. Queste azioni sono state attribuite al contenuto di polifenoli antiossidanti. Nel melograno tuttavia vi è anche una grande quantità di semi contenenti un olio ricco di acido linoleico coniugato (CLA), un composto bioattivo che è stato descritto per le sue potenziali proprietà protettive.
In questo studio sperimentale è stato valutato l\'effetto dell\'integrazione di una dieta ricca in grassi con olio di semi di melograno. A questo scopo tre gruppi di topi maschi sono stati nutriti con una dieta ricca di grassi (60% di energia), una dieta ricca di grassi più circa 62 mg di olio di semi di melograno, una dieta controllo con solo il 10% di energia da grassi. I risultati ottenuti indicano che la supplementazione con l\'olio di melograno non influenza l’intake energetico, il profilo lipidico o i markers dell\'infiammazione sistemica, ma è tuttavia in grado di ridurre l\'incremento ponderale, le concentrazioni plasmatiche di leptina e di insulina e di aumentare l’adiponectina.
In conclusione, nel modello sperimentale descritto, l\'olio di semi di melograno ricco di CLA, privo delle proprietà antiossidanti e cardioprotettive dei polifenoli presenti nel frutto e nel succo, non influenza il rischio cardiovascolare, ma esercita comunque un effetto protettivo riducendo l’aumento di peso e il rischio di diabete


07-01-2009
McFarlin BK, Strohacker KA, Kueht ML
Br J Nutr. 2008 Dec 16:1-6.
Fonte: nutrition-fondation

Dunque, beviamone il succo per sfruttare le proprietà antiossidanti e cardioprotettive e integriamo l'olio spremuto dai semi per mantenere stabile il nostro peso.
Consultare sempre il medico in relazione a patologie e/o allergie.

Post popolari in questo blog

Torta di mele integrale senza zuccheri aggiunti

La ciambella che fa bene all'intestino

Alla radice della depressione e del risveglio spirituale