Avena, l'alimento elimina pancia

L'avena (Avena sativa) è una pianta erbacea da cui si ricava un cereale in chicco ricco di proprietà benefiche. Fino a pochi anni fa, l'avena era utilizzata in prevalenza come mangime per gli animali, ma ora la riscoperta delle sue virtù ha contribuito a riportarla sulle nostre tavole. Un cereale antico, proveniente dalla mezzaluna fertile, fin dall'età del bronzo fu largamente coltivata nell'Europa centrale e orientale, dove costituiva la base dell'alimentazione. 



E' un'ottima fonte di proteine e vitamina B1 e B2 oltre che di sostanze antiossidanti. Fu già descritta da Plinio il Vecchio, ed essendo molto nutriente, è ideale da consumare nelle convalescenze e durante l'allattamento.
L'avena è un cereale molto energetico e nutriente ed è una fonte di carboidrati a lenta digestione. Non provoca forti picchi insulinici. In questo modo fornisce al nostro organismo energia a lungo termine. E' solitamente ben tollerata anche da chi soffre di celiachia. Il suo elevato contenuto di fibre garantisce il corretto funzionamento del nostro intestino e aiuta la digestione. Inoltre fornisce un valido contributo per la riduzione del colesterolo.


L'avena contiene dei particolari composti fenolici azotati, che prendono il nome di avenantramidi. Si tratta di potenti antinfiammatori in grado di proteggerci dai tumori e di inibire la proliferazione delle cellule tumorali.

E' il cereale più ricco di proteine e di acidi grassi essenziali, come l'acido linoleico. Il suo contenuto di fibre solubili è importante per placare l'appetito e normalizzare il peso corporeo. La farina d'avena è un alimento nutritivo e rinforzante, che viene consigliato ai bambini e ai convalescenti.
Mangiata a colazione e prima del pranzo aiuta a sentire un senso di sazietà.

Post popolari in questo blog

Torta di mele integrale senza zuccheri aggiunti

La ciambella che fa bene all'intestino

Alla radice della depressione e del risveglio spirituale