Il dolore spiegato dalla medicina tradizionale cinese

L’agopuntura rappresenta il tesoro principe della Medicina Tradizionale Cinese.
Lo studio della cura del dolore con l’agopuntura, che è iniziato in Cina da oltre duemila anni, asserisce che non esistono possibili controindicazioni o effetti collaterali nella sua applicazione.
La sua efficacia è stata ampiamente dimostrata e rappresenta un fatto consolidato. La tradizione italiana dell'agopuntura, nel trattamento delle patologie algiche, ha un percorso temporale molto breve: non raggiunge i cinquanta anni di storia, ma, nonostante tutto, viene sempre più conosciuta nel campo medico ed apprezzata nel mondo scientifico.
Il professor He Shou Ren, per primo, ha proposto negli anni '70 la tecnica curativa che prevede l’uso combinato dell’agopuntura, del sanguinamento e della coppettazione, insieme a quella dell’ago rovente per disostruire i meridiani e liberare il dolore.



Nello stesso periodo è stata introdotta l’Agutectomia da parte del professor Zhu Han Zhang.
Negli ultimi tempi in Cina si è verificato un impulso allo studio universitario di questa materia e alle metodologie largamente usate nella pratica clinica, di cui purtroppo non si ha sufficiente conoscenza ancora in Europa, dove si conoscono soltanto le tecniche di tonificazione e di dispersione.

 Se desideri approfondire l'argomento clicca qui⇨⇨⇨  Il dolore nella medicina tradizionale cinese
.
L’agopuntura è importante sotto l’aspetto  della cura del dolore (da quello artrosico a quello tendino-muscolare, da quello infartuale a quello viscerale), che è il sintomo incontrato più frequentemente durante l’esercizio della professione.


Nella pratica clinica quotidiana, se abbiamo un numero maggiore di strade terapeutiche da scegliere, corriamo minor rischio di commettere errori. In questo senso l’agopuntura rappresenta un’ottima cura, dato che, per la sua natura intrinseca, elimina la tossicità farmacologica.
È, inoltre, una scienza capace di aprire molte vie su piani diversi, non solo per la medicina ufficiale, ma anche per le terapie alternative. Ad esempio: l’omeopata ha la possibilità di beneficiare di questa pratica, poiché l’idroagopuntura, cioè l’uso di un farmaco omeopatico su un punto di agopuntura, ne potenzia l’effetto.


Se desideri approfondire l'argomento clicca qui⇨⇨⇨  Il dolore nella medicina tradizionale cinese

Post popolari in questo blog

Torta di mele integrale senza zuccheri aggiunti

Detersivo liquido o in polvere? Cosa è meglio per la tua lavatrice?

Black Mask fatta in casa. Facile e veloce