Armonizzare i chakra


Cosa sono i chakra?

Il nome deriva dalla parola sanscrita cakra che vuol dire “ruota” o “disco”  e questo per la loro forma circolare.
Per definizione il chakra è un punto di unione tra la parte fisica del corpo e la coscienza. Sono 7 e situati in corrispondenza dei principali organi vitali.



Quando iniziano a non funzionare bene per un lungo periodo potrebbero portare a conseguenze molto gravi.

Quando il corpo è in equilibrio e in armonia sarà anche in salute e potrai godere di tanta energia vitale.
Al contrario, quando c’è uno scompenso e una mancanza di equilibrio il tuo corpo dovrà lavorare il doppio per riportare la situazione in una condizione di normalità.
Questo si traduce in un dispendio notevole di energie a discapito della tua forza e vitalità.

La meditazione aiuta a riarmonizzare i chakra. 
Quali sono le caratteristiche importanti per meditare?

  • Il primo passo da compiere per equilibrare ognuno dei sette chakra è quello di portare l’attenzione sulla parte del corpo corrispondente in modo tale da convogliare la nostra consapevolezza su quel determinato punto.

  • Il secondo passo consiste nel visualizzare il colore specifico per ognuno dei sette chakra così da “attivare” la frequenza corrispondente di quel determinato punto energetico

  • Infine bisogna pronunciare un determinato suono chiamato “mantra” che serve per far vibrare il chakra nella sua corretta frequenza.

Ora ascolta qui e riarmonizza i tuoi chakra!


Il nome deriva dalla parola sanscrita cakra che vuol dire “ruota” o “disco”  e questo per la loro forma circolare.
Per definizione il chakra è un punto di unione tra la fisiologia (il nostro corpo fisico) e la coscienza e sono situati in corrispondenza dei principali organi vitali.
Ci sono molteplici motivi per cui un chakra comincia a congestionarsi e girare più lentamente e uno dei più comuni è un “conflitto interiore” .
Se per esempio hai subito degli abusi sessuali, oppure per qualche restrizione culturale o religiosa vivi il “sesso” in maniera conflittuale il secondo chakra, che è legato a tutto l’apparato genitale (elemento acqua), molto probabilmente sarà congestionato e nel lungo periodo potrebbe portare a conseguenza molto gravi.
- See more at: http://www.magnifikamente.com/come-equilibrare-chakra-in-3-minuti/#sthash.jYF7Ouft.dpuf
Il nome deriva dalla parola sanscrita cakra che vuol dire “ruota” o “disco”  e questo per la loro forma circolare.
Per definizione il chakra è un punto di unione tra la fisiologia (il nostro corpo fisico) e la coscienza e sono situati in corrispondenza dei principali organi vitali.
Ci sono molteplici motivi per cui un chakra comincia a congestionarsi e girare più lentamente e uno dei più comuni è un “conflitto interiore” .
Se per esempio hai subito degli abusi sessuali, oppure per qualche restrizione culturale o religiosa vivi il “sesso” in maniera conflittuale il secondo chakra, che è legato a tutto l’apparato genitale (elemento acqua), molto probabilmente sarà congestionato e nel lungo periodo potrebbe portare a conseguenza molto gravi.
Quindi…
E’ importante equilibrare i chakra?
Come avrai capito la risposta è ovviamente: SI!!!
Quando il corpo è in equilibrio e in armonia sarà anche in salute e potrai godere di tanta energia vitale.
Al contrario, quando c’è uno scompenso e una mancanza di equilibrio il tuo corpo dovrà fare i “salti mortali” per riportare la situazione in una condizione di normalità.
Questo si traduce in un dispendio notevole di energie a discapito della tua forza e vitalità.
Quali sono i principi della “Meditazione dei 3 minuti”?
1. ATTENZIONE/CONSAPEVOLEZZA
Il primo passo da compiere per equilibrare ognuno dei sette chakra è quello di portare l’attenzione sulla parte del corpo corrispondente in modo tale da convogliare la nostra consapevolezza su quel determinato punto.
2. VISUALIZZAZIONE
Il secondo passo consiste nel visualizzare il colore specifico per ognuno dei sette chakra così da “attivare” la frequenza corrispondente di quel determinato punto energetico
3. IL MANTRA
Infine bisogna pronunciare un determinato suono chiamato “mantra” che serve per far vibrare il chakra nella sua corretta frequenza.

Ecco il corretto procedimento della “Meditazione dei 3 minuti”
Primo chakra
1Siediti comodamente con la colonna eretta, porta l’attenzione alla zona del perineo (tra l’ano e gli organi genitali) e visualizza il colore ROSSO.
Quando ti sentirai concentrato sulla base della colonna pronuncia il mantra: “Lammmmm
Secondo chakra
2Ora porta l’attenzione al secondo chakra situato all’altezza della zona genitale.
Visualizza il colore ARANCIONE e quando ti sentirai a tuo agio  pronuncia il mantra “Vammmmm”.
Terzo chakra
3Passiamo al terzo chakra ovvero quello del plesso solare.
Il suo colore è il GIALLO e si deve pronunciare il mantra “Rammmmm”.

Quarto chakra
4Soffermati per un attimo e lascia andare le tensioni del tuo corpo fisico perché ora passeremo ai chakra legati alle “emozioni superiori”.
Porta l’attenzione al centro del petto e concentrati sul punto energetico del cuore che è il chakra legato all’amore, la compassione, la pace e l’armonia.
Visualizza il colore VERDE e pronuncia il mantra  “Yammmmm”.
Quinto chakra
5Passiamo al quinto punto di energia che è quello della gola.
Il suo colore è l’AZZURRO e il suo mantra è “Hammmmm”.

Sesto chakra
6Ora porta l’attenzione al centro della fronte.
Qui risiede l’Ajna conosciuto anche come  “il terzo occhio”.
Questo è il chakra dell’intuizione, il suo colore è l’INDACO e il suo è il classico mantra che sicuramente avrai sentito e serve per aumentare la coscienza superiore ovvero  “Ommmmm
Settimo chakra
7Siamo arrivati al settimo ed ultimo chakra quello della corona.
Situato nella sommità del capo è il collegamento con il divino e la nostra spiritualità.
Sono presenti tutti i colori però quelli dominanti sono il VIOLETTO, l’ORO e il BIANCO.
Quindi porta l’attenzione alla sommità del capo, pensa al violetto e rimani in silenzio.
- See more at: http://www.magnifikamente.com/come-equilibrare-chakra-in-3-minuti/#sthash.jYF7Ouft.dpuf
Il nome deriva dalla parola sanscrita cakra che vuol dire “ruota” o “disco”  e questo per la loro forma circolare.
Per definizione il chakra è un punto di unione tra la fisiologia (il nostro corpo fisico) e la coscienza e sono situati in corrispondenza dei principali organi vitali.
Ci sono molteplici motivi per cui un chakra comincia a congestionarsi e girare più lentamente e uno dei più comuni è un “conflitto interiore” .
Se per esempio hai subito degli abusi sessuali, oppure per qualche restrizione culturale o religiosa vivi il “sesso” in maniera conflittuale il secondo chakra, che è legato a tutto l’apparato genitale (elemento acqua), molto probabilmente sarà congestionato e nel lungo periodo potrebbe portare a conseguenza molto gravi.
Quindi…
E’ importante equilibrare i chakra?
Come avrai capito la risposta è ovviamente: SI!!!
Quando il corpo è in equilibrio e in armonia sarà anche in salute e potrai godere di tanta energia vitale.
Al contrario, quando c’è uno scompenso e una mancanza di equilibrio il tuo corpo dovrà fare i “salti mortali” per riportare la situazione in una condizione di normalità.
Questo si traduce in un dispendio notevole di energie a discapito della tua forza e vitalità.
Quali sono i principi della “Meditazione dei 3 minuti”?
1. ATTENZIONE/CONSAPEVOLEZZA
Il primo passo da compiere per equilibrare ognuno dei sette chakra è quello di portare l’attenzione sulla parte del corpo corrispondente in modo tale da convogliare la nostra consapevolezza su quel determinato punto.
2. VISUALIZZAZIONE
Il secondo passo consiste nel visualizzare il colore specifico per ognuno dei sette chakra così da “attivare” la frequenza corrispondente di quel determinato punto energetico
3. IL MANTRA
Infine bisogna pronunciare un determinato suono chiamato “mantra” che serve per far vibrare il chakra nella sua corretta frequenza.

Ecco il corretto procedimento della “Meditazione dei 3 minuti”
Primo chakra
1Siediti comodamente con la colonna eretta, porta l’attenzione alla zona del perineo (tra l’ano e gli organi genitali) e visualizza il colore ROSSO.
Quando ti sentirai concentrato sulla base della colonna pronuncia il mantra: “Lammmmm
Secondo chakra
2Ora porta l’attenzione al secondo chakra situato all’altezza della zona genitale.
Visualizza il colore ARANCIONE e quando ti sentirai a tuo agio  pronuncia il mantra “Vammmmm”.
Terzo chakra
3Passiamo al terzo chakra ovvero quello del plesso solare.
Il suo colore è il GIALLO e si deve pronunciare il mantra “Rammmmm”.

Quarto chakra
4Soffermati per un attimo e lascia andare le tensioni del tuo corpo fisico perché ora passeremo ai chakra legati alle “emozioni superiori”.
Porta l’attenzione al centro del petto e concentrati sul punto energetico del cuore che è il chakra legato all’amore, la compassione, la pace e l’armonia.
Visualizza il colore VERDE e pronuncia il mantra  “Yammmmm”.
Quinto chakra
5Passiamo al quinto punto di energia che è quello della gola.
Il suo colore è l’AZZURRO e il suo mantra è “Hammmmm”.

Sesto chakra
6Ora porta l’attenzione al centro della fronte.
Qui risiede l’Ajna conosciuto anche come  “il terzo occhio”.
Questo è il chakra dell’intuizione, il suo colore è l’INDACO e il suo è il classico mantra che sicuramente avrai sentito e serve per aumentare la coscienza superiore ovvero  “Ommmmm
Settimo chakra
7Siamo arrivati al settimo ed ultimo chakra quello della corona.
Situato nella sommità del capo è il collegamento con il divino e la nostra spiritualità.
Sono presenti tutti i colori però quelli dominanti sono il VIOLETTO, l’ORO e il BIANCO.
Quindi porta l’attenzione alla sommità del capo, pensa al violetto e rimani in silenzio.
Tutti i libri di Meditazione
LETTURE CONSIGLIATE: Tutti i libri di Meditazione 

 

Post popolari in questo blog

Torta di mele integrale senza zuccheri aggiunti

La ciambella che fa bene all'intestino

Alla radice della depressione e del risveglio spirituale